"Occorre un atteggiamento cauto nel breve termine"
Paolo Stefan, Direttore di Solidarietà Veneto, ha commentato i buoni risultati dei comparti nel primo semestre
01/09/2023
Redazione MondoInstitutional
STAMPA

Termina il primo semestre dell’anno e, grazie ad un secondo trimestre positivo per tutti e quattro i comparti di Solidarietà Veneto, i rendimenti si confermano in ripresa rispetto all’anno precedente. In particolare, come già comunicato nelle scorse settimane, brilla il “Dinamico” che, con un incremento superiore al 6% nei sei mesi, porta il rendimento nei dieci anni alla soglia del 60% netto (57,7%). 
“Anche grazie al supporto del vantaggio fiscale, gli iscritti ai quattro comparti contabilizzano risultati di rilievo, corroborati anche dalla presenza del contributo azienda. Il buon andamento favorisce pure il consolidarsi di un certo ottimismo: negli incontri formativi organizzati nelle settimane passate, abbiamo registrato una sensazione diffusa, ossia quella che i mercati azionari, dopo i ribassi dello scorso anno, siano “cheap” e che ci si debbano attendere consistenti rialzi", ha commentato Paolo Stefan, Direttore di Solidarietà Veneto.
Pur condividendo l’auspicio che il rimbalzo possa consolidarsi, il Fondo pensione ritiene che il quadro attuale imponga un atteggiamento cauto, soprattutto nel breve termine: "La ripresa dell’azionario di questi mesi ha infatti portato molti indici di borsa nei pressi dei valori “pre crisi”: alcuni mercati, tra cui il FTSE Mib, indice della borsa italiana, superano già i massimi toccati a fine 2021 e l’indice Nikkei (Giappone) è addirittura ai massimi da trent’anni. Nei giorni in cui scriviamo questo approfondimento rileviamo un andamento dei mercati obbligazionari sostanzialmente stabile mentre i mercati azionari, soprattutto negli Usa, registrano un ulteriore, seppur modesto, avanzamento. Pare quindi che, dopo la positiva chiusura del primo semestre, anche nella seconda parte dell’anno si parta con il piede giusto in un processo di graduale recupero per il quale ogni iscritto nutre grande aspettativa".
Nel semestre, inoltre, più di 3.700 cittadini veneti hanno scelto Solidarietà Veneto: molti di questi sono giovani (il 54% dei nuovi iscritti, età media 31 anni, sceglie il comparto Dinamico). Conclude Stefan: “Una scelta lungimirante, che matura dopo un anno difficile e che assume per questo particolare valore. Una scelta che punta a “costruire futuro” e che ci ingaggia fortemente, soprattutto sul tema della sostenibilità, specie quella ambientale. Un tema che sempre più spesso orienta le generazioni più giovani nelle scelte di investimento, andando a prevalere sui tradizionali obiettivi di rendimento in senso stretto”.

© 2024 MondoInstitutional - Riproduzione riservata
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter periodica, sarai costantemente aggiornato sul mondo degli Investitori Istituzionali. L’iscrizione è gratuita!
Per visualizzare l'Informativa Privacy, cliccare qui

-->