Foncer: novità per il comparto Garantito
Da oggi, la gestione del comparto del Fondo pensione è affidata a Generali Insurance Asset Management SpA
21/06/2022
Redazione MondoInstitutional
STAMPA

A partire da oggi (21 giugno, ndr), Generali Insurance Asset Management SpA è il nuovo gestore del comparto Garantito di Foncer (Fondo pensione negoziale complementare a capitalizzazione per i lavoratori dipendenti dell’industria delle piastrelle di ceramica e di materiali refrattari).
Nel mese di dicembre 2021, Foncer aveva infatti avviato il processo di selezione del soggetto cui affidare la gestione delle risorse del comparto Garantito. "Il Consiglio di Amministrazione, anche alla luce del fatto che diverse gare condotte negli scorsi anni da altri Fondi pensione sono andate deserte e tenuto conto delle soluzioni recentemente adottate da altri Fondi Pensione, ha deciso di ampliare le opzioni per la presentazione delle offerte sia in riferimento alla tipologia di garanzia che alla durata e alle modalità di gestione del mandato", precisa in una nota lo stesso Fondo, che poi prosegue: "In un mercato caratterizzato da rendimenti obbligazionari bassi e spesso negativi, gli operatori di mercato non sono disponibili a garantire il 100% del capitale e offrono garanzie inferiori a costi crescenti".
L’obiettivo che Foncer si è posto nelle attuali condizioni di mercato è stato duplice: 1) ottenere il massimo livello possibile di garanzia per i propri iscritti; 2) ottenere il massimo numero di eventi coperti dalla Garanzia.
La selezione si è conclusa nel mese di marzo 2022 e ha visto l’assegnazione, come già detto, dell’incarico a Generali Insurance Asset Management.
In particolare, sul fronte delle garanzie e delle commissioni:
- dal 21 giugno 2022 il comparto Garantito offrirà una garanzia alla scadenza della convenzione (30 giugno 2027) e nei casi di richiesta di prestazione pensionistica, riscatto per decesso, per invalidità per invalidità permanente con riduzione della capacità lavorativa a meno di un terzo ed a seguito di cessazione dell’attività lavorativa che comporti l’inoccupazione per un periodo di tempo superiore a 48 mesi, per inoccupazione per un periodo di tempo non inferiore a 12 mesi e non superiore a 48 mesi e ricorso da parte del datore di lavoro a procedure di mobilità, cassa integrazione guadagni ordinaria o straordinaria, anticipazioni, montante trasferito per RITA;
- la commissione, pari allo 0,60% del patrimonio, è precisato dal Fondo che è in linea con i costi di mercato previsti per i mandati garantiti di recente implementazione.
"La soluzione individuata è tra le migliori sul mercato, tra quelle recentemente rinnovate, sia per il livello di garanzia che per la numerosità di eventi coperti dalla garanzia stessa", precisa Foncer, mentre la durata della convenzione è stata fissata in 5 anni e 10 giorni (scadenza 30/06/2027). "Si tratta di un importante risultato che testimonia la capacità del Fondo di perseguire gli interessi degli associati pur nelle attuali difficili condizioni di mercato", conclude Foncer.

© 2022 MondoInstitutional - Riproduzione riservata
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter periodica, sarai costantemente aggiornato sul mondo degli Investitori Istituzionali. L’iscrizione è gratuita!
Per visualizzare l'Informativa Privacy, cliccare qui

-->