Fondazione Cariparma chiude il 2021 con 991 milioni di patrimonio
Antonio Lunardini è stato nominato Direttore Generale e sarà affiancato da Donatella Aimi, in qualità di Vice
16/05/2022
Redazione MondoInstitutional
STAMPA

Con voto unanime del Consiglio Generale, è stato approvato il bilancio 2021 di Fondazione Cariparma, che evidenzia contributi deliberati per un totale di 19,4 milioni di euro su un complessivo di 294 interventi. Il Consiglio di Amministrazione dell'Ente ha anche proceduto a nominare Antonio Lunardini nuovo Direttore Generale. Lunardini, sarà affiancato nello svolgimento dei suoi compiti da Donatella Aimi, in qualità di Vice direttrice Generale.
La Fondazione comunica che l’esercizio 2021 presenta un avanzo residuo in forte incremento rispetto all’esercizio precedente, conferma la solidità degli attivi patrimoniali della Fondazione e rileva un aumento del patrimonio netto che si attesta, al 31 dicembre 2021, a 991 milioni di euro. Sono stati inoltre incrementati i fondi per le attività future della Fondazione. 
"Nel 2021 l’erogazione dei contributi alla realtà beneficiarie da parte della Fondazione ha sperimentato una maggior celerità, efficacia che mira ad agevolare le tempistiche di realizzazione dei progetti stessi, accelerando la positiva ricaduta in favore del territorio", scrive Fondazione Cariparma in una nota.
Nel 2021 la Fondazione Cariparma ha traguardato il trentesimo anno di attività: tre decenni a fianco della comunità parmense, nel corso dei quali molte ed importanti iniziative sono state realizzate, in particolare nel campo della sanità, del welfare, dell’istruzione e della cultura", ha commentato Franco Magnani, Presidente di Fondazione Cariparma, che ha poi proseguito: "Il 2021 è stato un anno proficuo che ha permesso di distribuire 19,5 milioni di euro, una capacità che, mi piace pensare, caratterizza sempre più la Fondazione come “investitore sociale” e che vede nella centralità della persona la prossima, importante urgenza nella rapida trasformazione dei nostri territori: in particolare nello sforzo di intercettare le famiglie e le persone più vulnerabili, come ad esempio per il progetto “Attivi subito sull’emergenza” da noi promosso ed attivato assieme alle realtà del Terzo settore in risposta ai disagi causati dal periodo pandemico.
“Fronteggiare la mancanza dei bisogni primari ed intercettare le disuguaglianze sono alcune delle sfide che per il prossimo futuro dovranno dare concretezza, con un mirato ruolo sussidiario, alla progettualità della Fondazione insieme alle realtà ed istituzioni del territorio", ha aggiunto Magnani, che ha poi concluso: "Condivido i risultati del 2021 con i membri del Consiglio Generale, del Consiglio di Amministrazione e del Collegio Sindacale, riconoscente per l’attenta e costante opera di governance; ringrazio in particolare la struttura operativa che, soprattutto nel difficile periodo di crisi, ha garantito e rafforzato l’operatività della Fondazione.”
Per quanto riguarda le nuove nomine alla Direzione generale, invece, il Presidente Magnani ha espresso soddisfazione: “Condivido tali scelte con gli Organi, che ringrazio per il costante supporto e impegno. La grande professionalità e l’elevata motivazione che caratterizza il nuovo Direttore Generale, che ha una profonda conoscenza di Fondazione Cariparma e del percorso di crescita che l’ha contraddistinta in tutti questi anni, contribuiranno a dare un ulteriore impulso alla nostra realtà ed alla comunità tutta. La figura di Donatella Aimi, già responsabile dell’Area Attività Erogativa di Fondazione Cariparma, quale Vice direttrice, esprime la nostra attenzione alla conoscenza del territorio e alle sue molteplici istanze. Siamo convinti che questa scelta interna sia un riconoscimento dell’ottimo lavoro di tutta la struttura”, ha concluso Magnani, mentre Lunardini ha commentato: “Con orgoglio e forte senso di appartenenza ho accettato di assumere il ruolo di Direttore Generale un incarico di grande responsabilità che affronterò con l’impegno e spirito di servizio che da sempre ho cercato di infondere nel mio lavoro. L’esperienza maturata all’interno di Fondazione Cariparma mi dà la consapevolezza di operare in un gruppo coeso e capace. Sono felice di condividere questo importante percorso con la collega Aimi e sono altresì estremamente grato alla Governance per la fiducia accordatami”.
Infine, Aimi ha ringraziato "il Consiglio per la stima dimostrata nei miei confronti ci attendono importanti sfide e sono pronta ad affiancare Antonio Lunardini nell’affrontarle. Viviamo in un’epoca difficile, di speranza per la ripartenza post-pandemica ma anche di forte incertezza per la preoccupante situazione internazionale che stiamo attraversando e Fondazione Cariparma saprà interpretare al meglio questa contingenza, per dare risposte concrete e tempestive alla nostra comunità”.

Per leggere il bilancio 2021 di Fondazione Cariparma, cliccate qui.

© 2022 MondoInstitutional - Riproduzione riservata
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter periodica, sarai costantemente aggiornato sul mondo degli Investitori Istituzionali. L’iscrizione è gratuita!
Per visualizzare l'Informativa Privacy, cliccare qui

-->