Solidarietà Veneto: i rendimenti di novembre
Novembre in rialzo per tutte le linee di investimento del Fondo, nonostante lo scenario poco propizio dei mercati azionari
11/01/2022
Redazione MondoInstitutional
STAMPA

Novembre in rialzo per tutte le linee di investimento di Solidarietà Veneto. "In un mese davvero poco propizio per la maggior parte dei mercati azionari, Solidarietà Veneto mette a segno performance positive su tutti i comparti. Merito di una gestione che ha saputo valorizzare il buon andamento di tre variabili che si sono mosse in controtendenza (dollaro, Btp e Nasdaq)", sottolinea il Fondo pensione nel proprio commento mensile.
Nel dettaglio dei singoli comparti:
- Dinamico: "Considerando l’andamento complessivamente negativo dei mercati azionari, il +0,44% registrato a novembre dal Dinamico, sorprende un po’. Il rendimento da inizio anno continua, dunque, nella sua progressione: +7,57%, con la gestione che negli ultimi due mesi sta recuperando il ritardo rispetto al benchmark (+8,70% da inizio anno) accumulato fino a settembre", spiega il Fondo nella nota, che poi prosegue: "La risalita degli indici di Borsa a cui stiamo assistendo nei giorni in cui scriviamo, lascia presagire buoni risultati a fine anno, specie se i gestori sapranno interpretare con efficacia il loro ruolo, in un contesto che si preannuncia ancora una volta contraddistinto dalla volatilità";
- Reddito: "La ripresa del dollaro traina il Reddito che, a novembre, mette a segno il miglior risultato fra i quattro comparti del Fondo: un corposo +0,85% che spinge ai massimi la performance annuale: +4,08%. Va sottolineata, per quanto concerne il comparto “centrale” del Fondo, la capacità di superare il benchmark (+3,15% nel 2021) in questo anno non semplicissimo da interpretare da parte di tutte e quattro le case di investimento a cui sono affidate le risorse in gestione", afferma Solidarietà Veneto;
- Prudente: Il Fondo segnala che "il “rimbalzo” dei titoli di Stato italiani, dopo la flessione di fine ottobre, premia anche il Prudente, che spunta un buon +0,43% nel mese di novembre, portando a quota +2,66% il risultato del 2021 (+2,30% il benchmark). La crescita del valore quota potrebbe avvicinarsi, alla fine dell’anno, al rendimento medio annuo realizzato dal Prudente nel decennio (+3,17%). L’orientamento al breve termine del Prudente, comparto ad identità marcatamente obbligazionaria, negli ultimi anni paga, più che in passato, il “dazio” del rendimento contenuto. Con la revisione del Documento sulla Politica di Investimento, tuttavia, si è valutata l’introduzione di qualche correttivo, nell’auspicio di dare soddisfazione, in termini di rendimento, agli iscritti di questo comparto, senza tuttavia snaturare la filosofia, che da sempre lo contraddistingue, ossia quella della prudenza";
- Garantito Tfr: "Dopo alcuni mesi di debolezza, il comparto dedicato ai pensionandi registra a novembre un buon +0,48%, beneficiando anch’esso degli acquisti sui titoli di Stato (soprattutto italiani) e della forza della divisa statunitense. Il rendimento da inizio anno si porta così a quota + 0,50%, in linea con le attese che si nutrono rispetto ad un comparto orientato, come sappiamo, alla conservazione del capitale nel breve termine", scrive Solidarietà Veneto.
Per quanto riguarda il rendimento netto cumulato in 10 anni, al termine del mese di novembre il comparto Dinamico segna +93,70%, seguito dal Reddito a +49,32%, dal Prudente a +36,6% e dal Garantito Tfr a +28,79%.

© 2022 MondoInstitutional - Riproduzione riservata
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter periodica, sarai costantemente aggiornato sul mondo degli Investitori Istituzionali. L’iscrizione è gratuita!
Per visualizzare l'Informativa Privacy, cliccare qui

-->