Inarcassa: patrimonio a valori correnti ancora ai massimi storici
Stabile a 12,7 miliardi di euro a fine settembre, "nonostante il rallentamento dei corsi degli asset finanziari"
13/10/2021
Redazione MondoInstitutional
STAMPA

A fine settembre il patrimonio di Inarcassa (Cassa Nazionale di Previdenza e Assistenza per gli Ingegneri e Architetti Liberi Professionisti) a valori correnti di mercato rimane attorno ai massimi storici, ovvero in prossimità dei 12,7 miliardi di euro, "nonostante il rallentamento dei corsi degli asset finanziari, penalizzati dai timori di forti rialzi dei prezzi delle materie prime registrati nelle ultime settimane (la performance gestionale lorda nei primi nove mesi rimane superiore al 5%)", come evidenzia l'Ente nella sua short letter mensile dedicata a mercati e investimenti.
Sul fronte degli investimenti, la nota sottolinea come, nel corso di settembre, "il Consiglio di Amministrazione ha introdotto nuovamente delle coperture sulla componente azionaria al fine di ridurre l’esposizione di tale asset alla volatilità recentemente innescatasi, nonché nell’ottica di tutelare quanto più possibile il brillante risultato raggiunto fino ad oggi. Il rischio complessivo del portafoglio è stato dunque tatticamente ridotto anche in vista dell’adozione della nuova Asset Allocation Strategica per il quinquennio 2022/2026 che sarà approvata dal prossimo Comitato Nazionale dei Delegati", conclude la short letter di Inarcassa.

© 2021 MondoInstitutional - Riproduzione riservata
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter periodica, sarai costantemente aggiornato sul mondo degli Investitori Istituzionali. L’iscrizione è gratuita!
Per visualizzare l'Informativa Privacy, cliccare qui

-->