Industria dei cripto-fondi: a guidare la crescita saranno regole più chiare, a cura di Coinbase
Una fotografia del settore in espansione a cura di Drew Robinson, Head of Hedge Fund Sales di Coinbase
28/06/2021
Redazione MondoInstitutional
STAMPA

L'industria dei cripto-fondi continua ad espandersi, dato che sia i gestori specializzati in criptovalute che quelli tradizionali lanciano nuove strategie per soddisfare la domanda degli investitori. Si stima che attualmente si contino più di 825 fondi di questo tipo a livello globale, tra cui fondi di venture capital, hedge fund, Etf focalizzati sulle criptovalute e fondi di private equity sulle criptovalute(1). Solo il 5% dei fondi registrati gestisce più di 100 milioni di dollari, comprendendo la maggior parte degli asset in questo universo(2). L'importo totale degli asset nell'universo dei fondi cripto è quasi raddoppiato rispetto all'anno precedente: il 2020 si è concluso con asset complessivi per oltre 36 miliardi di dollari.
Gli asset dei fondi che investono in cripto continuano ad aumentare in aggregato supportati dalla raccolta, dalla performance dei portafogli, così come dai nuovi ingressi in questo spazio. Il business istituzionale di Coinbase ha riscontrato una crescita significativa attraverso le sue partnership con alcune delle più grandi istituzioni finanziarie del mondo e il patrimonio istituzionale sulla piattaforma (i cosiddetti assets on platform, AOP) ha raggiunto i 122 miliardi di dollari alla fine di marzo 2021. Nuovi prodotti di investimento hanno continuato a sbarcare sul mercato nel 2021: Grayscale Investments, il più grande asset manager specializzato in criptovalute al mondo, ha aggiunto altri cinque fondi di investimento alla sua gamma e Osprey Funds ha lanciato l'Osprey Bitcoin Trust. Il Canada continua a essere in prima linea con il lancio di tre Etf in bitcoin. Diversi gestori negli Stati Uniti sono ansiosi di fare altrettanto, tra cui Fidelity, WisdomTree e VanEck, che hanno presentato domanda alla Securities and Exchange Commission (SEC) per Etf in bitcoin, prospettando l'approvazione del primo Etf in bitcoin degli Stati Uniti.
Dal punto di vista normativo, nel novembre 2019 il Parlamento tedesco ha approvato un disegno di legge che ha permesso alle banche il deposito e la vendita di bitcoin dal 1° gennaio 2020. A settembre 2020 l'Ue ha proposto un quadro normativo completo per le criptovalute. La Commissione europea ha dichiarato che gli asset digitali devono diventare uno strumento finanziario regolamentato, e ha portato avanti il progetto di legge "MiCA" (Regulation on Markets in Crypto Assets, un regolamento sui mercati dei cripto asset). Se la legge sarà approvata, gli asset digitali diventeranno strumenti finanziari regolamentati in Ue. Le Autorità di regolamentazione australiane hanno anche segnalato che gli Etf potrebbero plausibilmente rientrare nel quadro delle norme AQUA dell'Australian Securities Exchange (ASX), che disciplinano altri tipi di Etf nel Paese.
In questo scenario, la prontezza nel cogliere le opportunità della criptoeconomia è fondamentale per ottenere i risultati migliori. Coinbase lavora a stretto contatto con gli asset manager, supportandoli con infrastrutture di deposito affidabili e capacità di trading avanzate. La soluzione di prime brokerage integrata di Coinbase offre ai fornitori di fondi i servizi che ci si aspetta da un prime broker tradizionale, costruita per le esigenze specifiche degli asset digitali.
Ci sono diversi modi per operare con Coinbase Institutional. Il suo desk OTC fornisce un servizio d'eccellenza e accetta ordini telefonici, via chat criptata o e-mail. I team di trading, coverage e servizio clienti supportano i gestori patrimoniali nella pianificazione e nell'esecuzione di grandi transazioni. I clienti possono anche gestire le loro transazioni attraverso un'applicazione web, Coinbase Prime, o in alternativa possono negoziare tramite API REST e FIX, l'approccio spesso scelto dai clienti che fanno frequenti operazioni. Lo smart order routing di Coinbase Prime fornisce una grande liquidità multi-venue. Raccoglie liquidità dall'exchange di Coinbase e da altri exchange di terze parti selezionati, convogliando gli ordini in modo algoritmico per trovare il miglior prezzo disponibile. Coinbase Custody è anche uno dei più grandi depositari di asset digitali, offrendo ai fornitori di fondi la tranquillità di sapere che i loro asset sono al sicuro. Il cold storage offline di Coinbase Custody fornisce la massima sicurezza, utilizzando un'infrastruttura di cold storage collaudata che non ha mai causato la perdita di fondi dei clienti. La sua polizza assicurativa leader del settore protegge gli asset offline e online in tutti i suoi prodotti.
Come abbiamo avuto modo di osservare, le Autorità di regolamentazione in Europa hanno intrapreso una serie di azioni che hanno contribuito a portare chiarezza nella definizione e nella regolamentazione degli asset digitali, e in alcuni casi hanno aiutato a guidare lo sviluppo dei prodotti. Le proposte legislative europee intendono anche introdurre requisiti sul deposito e sul capitale, nonché un approccio normativo sandbox per favorire l'innovazione e lo sviluppo. Crediamo che un orientamento normativo più chiaro aiuterà a stimolare i piani di emissione di prodotti da parte dei gestori di fondi negli Stati Uniti, in Europa e nella regione Asia Pacifico. Il rafforzamento della supervisione normativa sugli asset digitali è alla base della crescente convinzione che i mercati delle cripto siano maturi e adatti agli investimenti da parte di una vasta gamma di investitori.

a cura di Drew Robinson, Head of Hedge Fund Sales di Coinbase

Note:
1 https://cryptofundresearch.com/cryptocurrency-funds-overview-infographic/
2 https://cryptofundresearch.com/q4-2020-crypto-fund-report/

© 2021 MondoInstitutional - Riproduzione riservata
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter periodica, sarai costantemente aggiornato sul mondo degli Investitori Istituzionali. L’iscrizione è gratuita!
Per visualizzare l'Informativa Privacy, cliccare qui

-->