Fondazione Cr Biella soddisfatta per il ritorno al dividendo di Banca di Asti
Anche se è un ritorno parziale, ovvero nel rispetto degli attuali limiti stringenti stabiliti dall'Autorità di vigilanza per il sistema bancario
02/04/2021
Redazione MondoInstitutional
STAMPA

E' stato accolto con soddistazione dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Biella il ritorno al dividendo di Banca di Asti. Nei giorni scorsi, infatti, il Consiglio di Amministrazione di Banca di Asti ha approvato il progetto di bilancio consolidato e individuale del 2020 e, in tale occasione, è stato stabilito l'importo del dividendo, di cui beneficerà anche la Fondazione. Nel dettaglio, alle oltre 9 milioni di azioni che fanno a capo all'Ente spetta un dividendo pari a poco meno di 1,1 milioni di euro.
"Prendiamo atto che, come già anticipato recentemente con la divulgazione dei risultati preliminari dell'esercizio 2020, il Consiglio, esaminando i dati definitivi, ha confermato il significativo rafforzamento strutturale delle condizioni del Gruppo CR Asti (di cui Biverbanca è parte sostanziale) espresso dagli specifici indicatori di patrimonializzazione, liquidità, efficienza e qualità della fonda degli attivi", spiegano in una nota dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Biella, che poi prosegue: "Rileviamo con soddisfazione il ritorno al pagamento del dividendo, ancorché parziale nel rispetto dei limiti stringenti stabiliti dall'Autorità di vigilanza per il sistema bancario che per la nostra Fondazione sarà i poco meno di 1,1 milioni di euro".

© 2021 MondoInstitutional - Riproduzione riservata
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter periodica, sarai costantemente aggiornato sul mondo degli Investitori Istituzionali. L’iscrizione è gratuita!
Per visualizzare l'Informativa Privacy, cliccare qui

-->