Previndai ha due principali macro obiettivi per il 2021
Il Fondo per i dirigenti di aziende industriali punta su adozione di politiche ESG e implementazione della trasparenza
02/04/2021
Redazione MondoInstitutional
STAMPA

"Come sapete, il 2020 è stato per Previndai un anno di importanti risultati oltre che di pianificazione di nuovi significativi obiettivi". Lo spiega Francesco Di Ciommo, dallo scorso luglio presidente del Fondo pensione per i dirigenti di aziende industriali, in una lettera rivolta agli iscritti del Fondo. "Partendo da questi ultimi, e dunque guardando al prossimo futuro, va detto che due sono i principali nuovi macro obiettivi del Fondo per il 2021: 1) l’adozione di politiche ESG (Environmental, Social & Governance) per una crescente responsabilità sociale in materia di investimenti. I primi passi sono stati già compiuti, gli approfondimenti avviati ed è stata di recente pubblicata sul sito Internet del Fondo l’Informativa sulla Politica di Sostenibilità e Impegno. Nel corso del 2021 adotteremo le politiche in parola perché riteniamo che l’inclusione dei fattori ESG possa contribuire al miglioramento del profilo rendimento/rischio degli investimenti; 2) l’implementazione della trasparenza verso gli iscritti e delle strategie di comunicazione del Fondo per una informazione accurata e tempestiva, anche in accordo con il nuovo quadro normativo europeo. Il Consiglio di Amministrazione ha già tracciato, con il supporto della struttura, le linee della nuova strategia di comunicazione".
Riguardo ai risultati già ottenuti, Di Ciommo sottolinea come spicchino su tutto gli ottimi rendimenti dei comparti e il rafforzamento dei presidi dei rischi. "Nel 2020 i rendimenti dei nostri investimenti sono stati notevolmente positivi, sia nei comparti assicurativi che nei comparti finanziari", evidenzia il presidente, che poi conclude: "L’attenzione di Previndai all’andamento dei mercati, così come ad ogni altro aspetto della nostra attività, rimarrà, anche per il 2021, ovviamente altissima e orientata a cogliere ogni occasione di maggior tutela e di crescita di valore del risparmio, senza dimenticare il concreto contributo che il Fondo ha già dato nel 2020, e darà ancora nel 2021, per l’auspicata ripresa dell’economia reale italiana, anche attraverso nuovi investimenti diretti posti in essere attraverso selezionati fondi di investimento alternativi".

© 2021 MondoInstitutional - Riproduzione riservata
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter periodica, sarai costantemente aggiornato sul mondo degli Investitori Istituzionali. L’iscrizione è gratuita!
Per visualizzare l'Informativa Privacy, cliccare qui

-->