L'AdEPP ha apprezzato il discorso programmatico di Mario Draghi
Il Presidente Oliveti ha accolto positivamente le parole dette su autonomi, fisco, parità di genere e salute
18/02/2021
Redazione MondoInstitutional
STAMPA

Accoglienza positiva dalle Casse di previdenza alle parole del discorso programmatico di Mario Draghi pronunciate nella giornata di ieri (17 febbraio, ndr) al Senato della Repubblica. “Apprezziamo che il capo del Governo abbia citato le scarse tutele dei lavoratori autonomi come un problema da affrontare”, ha commentato Alberto Oliveti, Presidente di AdEPP (Associazione degli Enti Previdenziali Privati) e di Fondazione Enpam (Ente di previdenza di medici e odontoiatri), dalle colonne del sito della stessa Associazione.
“Sono anni che gli Enti dei professionisti chiedono di poter fare di più per rafforzare le reti di protezione per i propri iscritti e il riferimento che il Presidente del Consiglio Draghi ha fatto a una possibile riforma della tassazione lascia ben sperare. Bene che ci sia una commissione di esperti a studiarla, benissimo che ci si voglia orientare verso esperienze europee”, ha sottolineato Oliveti, che ha poi espresso un giudizio positivo anche per le parole relative all'approccio indicato per risolvere la questione di genere: “Bene che si voglia affrontare il problema partendo dal welfare, con l’obiettivo di superare strutturalmente le disparità e creando parità di condizioni competitive rispetto al lavoro”.
Oliveti ha poi concluso evidenziando come “da medico e da Presidente dell’Ente previdenziale della categoria è rassicurante sentire che il Governo è determinato a rafforzare la medicina del territorio e a dare ai cittadini dei livelli essenziali di assistenza realmente esigibili”.
Nei giorni scorsi, Oliveti aveva già espresso la propria fiducia per Draghi.

© 2021 MondoInstitutional - Riproduzione riservata
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter periodica, sarai costantemente aggiornato sul mondo degli Investitori Istituzionali. L’iscrizione è gratuita!
Per visualizzare l'Informativa Privacy, cliccare qui

-->