Eppi: il consuntivo 2019 fornisce un quadro positivo
Il bilancio 2019 evidenzia un avanzo di circa 39 milioni, mentre la gestione reddituale cresce del 24% rispetto al 2018
30/06/2020
Redazione MondoInstitutional
STAMPA

L'Eppi (Ente Previdenziale dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati) chiude il bilancio dell’esercizio 2019 con un risultato economico di circa 39 milioni di euro, che porta il patrimonio netto a superare la soglia del miliardo di euro. "Gli investimenti dell’Ente, espressi ai valori di mercato, sono di oltre 1,4 miliardi di euro, in crescita del 12% rispetto al 2018, e contribuiscono al positivo risultato con una redditività lorda pari al 2,90%", si legge nella relazione sulla gestione. "A tali elementi finanziari e patrimoniali, unitamente ad una efficiente gestione amministrativa, che registra, coerentemente con gli obiettivi prefissati, una riduzione dei costi del 6% rispetto al 2018, si aggiungono un costante aumento del gettito contributivo e l’incremento dei montanti contributivi individuali con la distribuzione del contributo integrativo e la maggiore rivalutazione. Tutte queste evidenze comprovano insieme la solidità economico/finanziaria del nostro Ente, e la continua ricerca e cura di soluzioni a beneficio degli iscritti".
Nel bilancio viene sottolineato che i dati patrimoniali, economici e reddituali di questo esercizio rispetto al 2018, convergono tutti su variazioni positive, "evidente segnale del consolidamento gestionale che assicura una stabile crescita e la sostenibilità del nostro Ente di previdenza. Le attività accrescono il loro valore dell’8% coprendo ampiamente le passività previdenziali e assicurando una riserva straordinaria di oltre 282 milioni di euro, circa 21 mila euro pro capite", riporta la relazione sulla gestione
La contribuzione migliora grazie all’aliquota contributiva del 18% del soggettivo, a regime dal 2019, e all’incremento del 4% dei redditi medi, indicatori importanti per la sostenibilità e l’adeguatezza del nostro sistema di calcolo contributivo. "Stiamo registrando un graduale e continuo incremento dei redditi medi professionali. Il credito contributivo migliora sensibilmente, riducendosi in modo progressivo, con un tasso del 26% rispetto al dato del 2018", si legge ancora nella relazione. "Parimenti la gestione amministrativa registra un risparmio netto di circa 4 milioni di euro che in termini relativi rispetto al 2018 equivale a 27 punti percentuali di riduzione".
La gestione reddituale cresce del 24%, con un surplus finanziario rispetto lo sorso esercizio di ben 6,7 milioni di euro, per merito di un'attenta politica di investimento che ha privilegiato la diversificazione e la prudenza. "Diversificazione mediante l’utilizzo di fondi attivi e passivi che consentono di contenere i costi finanziari e gestionali, assicurando un’adeguata diversificazione settoriale e di mercato coerente con la struttura gestionale dell’Ente", viene sottolineato nel bilancio. "Prudenza, grazie all’attenta ed efficace gestione della liquidità che ha consentito di neutralizzare la volatilità dei mercati. Un portafoglio ben strutturato che ha registrato un rendimento ai valori di mercato di circa il 7%. Tutti risultati ancor più apprezzabili se consideriamo che nel 2019 l’Ente ha rivalutato i montanti contributivi di oltre 16 milioni di euro".
Per migliorare le pensioni future e presenti, l'Ente ha deciso di distribuire sui montanti circa 27 milioni di euro tra maggiore rivalutazione e contribuzione integrativa. Accanto ai suddetti importanti provvedimenti a favore della previdenza, sono stati adottati interventi assistenziali e tutele assicurative di tipo collettivo, che hanno impegnato circa 2,2 milioni di euro, con un contributo assistenziale medio pro capite di circa 2.600 euro.
Il consuntivo 2019 fornisce una situazione complessivamente positiva ed in netto miglioramento ripesto al 2018 per circa 8 milioni di euro e rispetto alle previsioni 2019 per circa 10 milioni di euro.

Per visualizzare il bilancio 2019 della Cassa, cliccate qui.

© 2020 MondoInstitutional - Riproduzione riservata
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter periodica, sarai costantemente aggiornato sul mondo degli Investitori Istituzionali. L’iscrizione è gratuita!
Per visualizzare l'Informativa Privacy, cliccare qui

-->