Fondo Scuola Espero ha approvato la propria Politica di Engagement
In tal modo, il Fondo formalizza l'impegno a monitorare i rischi sociali, ambientali e di governance sui propri investimenti
30/06/2020
Redazione MondoInstitutional
STAMPA

Nella seduta dello scorso 17 giugno 2020, il Consiglio di Amministrazione del Fondo Scuola Espero (Fondo nazionale pensione complementare dei lavoratori della scuola) ha approvato una Politica di Impegno (o di Engagement), redatta in osservanza del Decreto Legislativo 10 maggio 2019, n. 49, di recepimento della Direttiva (Ue) 2017/828 (cosiddetta Shareholder Rights Directive II).
"Il Fondo Scuola Espero è il primo Fondo pensione italiano ad adeguarsi alle nuove norme", evidenzia lo stesso Fondo in una nota sul proprio sito web, che poi spiega: "In tal modo, il Fondo ha formalizzato il proprio impegno a monitorare i rischi sociali, ambientali e di governance sui propri investimenti e a dialogare con le società investite per contribuire fattivamente allo sviluppo di una cultura della sostenibilità".
La Politica di Engegement ha lo scopo di incoraggiare le aziende a migliorarsi sui temi di impatti ambientali, sociali e di governance, attraverso l'esercizio del diritto di voto e il dialogo diretto con le aziende stesse.
Il Fondo precisa che la Politica è stata definita con il supporto di esperti indipendenti con comprovate competenze teoriche e pratiche in tema di azionariato attivo, nelle persone dei Proff. Nicola Cucari e Salvatore Esposito De Falco del Dipartimento di Management della Sapienza Università di Roma e del Dott. Sergio Carbonara di Frontis Governance.
Secondo il Direttore del Fondo Scuola Espero, Francesco Moretti, “la decisione di dotarsi di una Politica di Engagement si configura come evoluzione naturale dell’impegno del Fondo verso una maggiore sostenibilità, finanziaria dei propri investimenti ed allo stesso tempo verso una crescente attenzione verso gli impatti ambientali, sociali e di governance prodotti dalle aziende in cui siamo investiti: il dialogo ed il confronto con queste controparti sarà la sfida che vogliamo cogliere per il futuro". L'adozione di fattori ESG è stata anche tra i criteri delle ultime selezioni di gestori finanziari realizzate del Fondo nel 2019.
Il Fondo intende continuare in futuro lo sviluppo di una cultura dell’azionariato attivo nell’interesse dei propri aderenti e, spiega ancora Moretti, “saremo ben felici di avviare e di essere coinvolti in azioni, tematiche e proposte che riguardano l’intero sistema della previdenza complementare”.
Per Massimo Di Menna, Presidente del Fondo Scuola Espero, “l’adozione della Politica vuole facilitare anche le iniziative sinergiche con gli altri Fondi affinché siano sviluppate condizioni favorevoli per azioni congiunte a livello associativo o tramite rapporti bilaterali con enti previdenziali e/o altri investitori istituzionali che condividano i medesimi principi”.

La Politica di Impegno del Fondo è disponibile cliccando qui.

© 2020 MondoInstitutional - Riproduzione riservata
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter periodica, sarai costantemente aggiornato sul mondo degli Investitori Istituzionali. L’iscrizione è gratuita!
Per visualizzare l'Informativa Privacy, cliccare qui

-->