Fondazione Enpaia investe 100 milioni nelle infrastrutture
L'Ente ha effettuato allocazioni su prodotti infrastrutturali anche per sostenere lo sviluppo del Paese e la ripresa economica
22/05/2020
Redazione MondoInstitutional
STAMPA

La Fondazione Enpaia (Ente Nazionale di Previdenza per gli Addetti e per gli Impiegati in Agricoltura) investe 100 milioni nelle infrastrutture. Come riporta una nota dell’Ente di previdenza, che conta tra i suoi iscritti oltre 8 mila aziende e più di 38 mila tra impiegati, quadri e dirigenti, la Fondazione ha infatti perfezionato negli ultimi due mesi investimenti in infrastrutture per 100 milioni di euro, asset class che intende ulteriormente implementare nei prossimi mesi. "Enpaia punta anche in questo caso sul made in Italy", ha sottolineato il presidente Giorgio Piazza, che poi ha continuato: "Abbiamo scelto di fare investimenti importanti su prodotti infrastrutturali, che consentono di avere un rapporto ottimale tra rischio e rendimento, anche per sostenere lo sviluppo del Paese e la ripresa economica".
Nel dettaglio, si legge nel comunicato, la Fondazione ha investito 75 milioni di euro in FIA, fondi di investimento alternativi infrastrutturali, gestiti da Tages, Generali Global Infrastructure, F2i e ITER-Pramerica, oltre 20 milioni in società italiane strategiche quotate operanti in infrastrutture e partecipate direttamente o indirettamente dal Mef (Poste, Terna, Snam ed Enav), e una partecipazione in una importante realtà nazionale attiva nel settore sanitario e della ricerca universitaria, con la quale si stanno negoziando specifiche convenzioni per i suoi associati
Nel mese di gennaio, inoltre, Enpaia aveva ulteriormente aumentato la propria quota di partecipazione in Banca d’Italia portando l’investimento a più di 200 milioni di euro.

© 2020 MondoInstitutional - Riproduzione riservata
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter periodica, sarai costantemente aggiornato sul mondo degli Investitori Istituzionali. L’iscrizione è gratuita!
Per visualizzare l'Informativa Privacy, cliccare qui

-->