Fondazione Cariforlì: un 2019 "con risultati eccezionali"
L'Ente ha valutato l'inserimento nel portafoglio finanziario di strumenti più decorrelati, anche eventualmente a minore liquidità
21/05/2020
Redazione MondoInstitutional
STAMPA

La Fondazione Cariforlì (Cassa dei Risparmi di Forlì) ha terminato il 2019 con un patrimonio netto di 460,2 miioni di euro (rispetto ai 454,7 milioni di un anno prima) e un avanzo di esercizio di circa 27,5 milioni di euro (quasi 12 milioni nel 2018).
"L’esercizio 2019 si chiude con risultati eccezionali e, probabilmente, irripetibili conseguiti grazie all’andamento estremamente favorevole dei mercati inanziari, più che compensando le performance negative dell’anno precedente, e alla distribuzione di ingenti dividendi straordinari da parte di alcune partecipazioni strategiche della Fondazione", sottolinea l'Ente, che poi precisa come "nel corso del 2019 è proseguita l’attività di diversificazione del portafoglio, avviata a fine 2018, con l’obiettivo di migliorare il profilo rendimento/rischio del portafoglio per attenuare gli effetti negativi registrati dai mercati inanziari i cui andamenti avevano rilesso aspettative troppo pessimistiche sullo scenario globale".
In particolare, sulla base dell’evoluzione dei mercati e del contesto geopolitico e macroeconomico, nel febbraio del 2019, il Consiglio Generale della Fondazione ha deliberato di apportare alcuni interventi di fine tuning sull’asset allocation strategica esprimendo comunque un orientamento verso il de risking del portafoglio. "Pertanto, con il supporto della Commissione investimenti e dell’advisor inanziario, è stato valutato l’inserimento nel portafoglio finanziario della Fondazione di strumenti più decorrelati, anche eventualmente a minore liquidità (es. strumenti di debito ma anche private equity) e una maggiore attenzione alla generazione di flussi di cassa, valutando un eventuale incremento o rimodulazione degli investimenti preposti alla generazione di risultati distribuibili", si legge nel bilancio. "Inoltre si è trasmesso ai gestori patrimoniali l’input di puntare a target anche meno ambiziosi ma di contenere l’esposizione al rischio e la volatilità del portafoglio e di attivare eventuali strumenti di copertura (opzioni)".
Le principali movimentazioni nel portafoglio delle partecipazioni della Fondazione nel 2019 hanno riguardato:
- acquisto di n. 1.554.404 azioni Intesa Sanpaolo per un controvalore di quasi 3 milioni di euro;
- sottoscrizione di 2 milioni di euro di una obbligazione ABS (Asset Backed Security), emessa a fronte di operazioni di cartolarizzazione di crediti, con cedola mensile e rimborso del nominale alla scadenza. L’obbligazione denominata Trade Finance II 3,125% e con scadenza 14 aprile 2022 è gestita da Banca Generali;
- sottoscrizione di 200 mila euro di un fondo lussemburghese gestito da Credit Suisse che investe in crediti commerciali relativi al inanziamento della “Catena di Approvvigionamento” (CS NOVA Supply Chain Finance IBH EUR);
- investimento di 5 milioni di euro in un Etf gestito da iShares e denominato iShares Global Infrastructure;
- sottoscrizione di un impegno di investimento di 3 milioni nel fondo Mandarin Capital Partners III, richiamato al 31 dicembre 2019 per complessivi 802,1 mila euro;
- vendita di nominali 5 milioni di euro di BTP 15 novembre 2024 tasso fisso 1,45%.
Inoltre nel corso del 2019 si sono registrati movimenti, versamenti e rimborsi, relativamente ai fondi di private debt e di private equity sottoscritti negli anni precedenti.
"Al 31 dicembre 2019 - si legge nel documento - il 40,3% del patrimonio finanziario è affidato in gestione a Quaestio Capital Sgr di cui: 178,5 milioni investiti nel Quaestio Global Diversiied Fund VIII; 19,8 milioni investiti nel Quaestio Diversiied Yield Bond Fund;  1,1 milioni investiti nel QCF – GL Cash Enhanced e 3,6 milioni nel Quaestio European Private Debt".
Nei prossimi mesi, evidenzia l'Ente, "l’attenzione andrà rivolta alla gestione tattica e all’investimento delle disponibilità liquide per massimizzare il rapporto rendimento/rischio in funzione dello scenario atteso nel breve periodo".
Infine, per quanto riguarda l'attività istituzionale, l'importo complessivo deliberato dalla Fondazione a valere sull'esercizio 2019 è stato di 11,5 milioni di euro.
 
Il bilancio della Fondazione è disponibile cliccando qui.

© 2020 MondoInstitutional - Riproduzione riservata
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter periodica, sarai costantemente aggiornato sul mondo degli Investitori Istituzionali. L’iscrizione è gratuita!
Per visualizzare l'Informativa Privacy, cliccare qui

-->